Admin

Ryanair cancella fino al 25% dei voli a corto raggio italiani

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ryanair ha comunicato oggi (lunedì 2 marzo) di aver ridotto il suo programma di voli a breve raggio (principalmente da e per l’Italia) fino al 25% per un periodo di 3 settimane dal 17 marzo all’8 aprile, in risposta al virus Covid-19. Nell’ultima settimana, Ryanair ha registrato un significativo calo delle prenotazioni per il periodo di fine marzo/inizio aprile, in risposta al Virus Covid-19. Si è registrato anche un significativo incremento dei no-show di passeggeri sui voli, in particolare da e all’interno dell’Italia.

Ryanair non si aspetta che queste cancellazioni abbiano un impatto materiale sulle indicazioni per l’anno in corso (fine marzo 2020), ma è troppo presto per ipotizzare quale sarà l’impatto dell’epidemia di Covid-19 sui guadagni dell’anno fiscale 21. Ryanair continuerà a monitorare attentamente le prenotazioni, e continuerà a modificare i suoi programmi in risposta a questa situazione in via di sviluppo. Ryanair sta lavorando a stretto contatto con le autorità competenti e sta seguendo tutte le linee guida fornite dall’OMS e dall’EASA per garantire la salute e il benessere del nostro personale e dei nostri clienti.

Dal 24 febbraio è stato avviato un incontro quotidiano di azione Covid-19 in tutte le aree della compagnia aerea, e si sta concentrando sul mantenimento dell’efficienza operativa e sul risparmio dei costi per affrontare l’attuale flessione del business causata dal virus Covid-19, tra cui;

Tagli agli orari di servizio man mano che si modificano i modelli di prenotazione
Assegnazione di ferie annuali e/o di permessi non retribuiti ai piloti e al personale di cabina
Il reclutamento, la promozione e la retribuzione si blocca in tutta la rete
Lavorare con fornitori terzi per ridurre i costi.
Ryanair rimane una delle compagnie aeree più forti del settore con 4 miliardi di euro in contanti nel suo bilancio, costi unitari leader del settore, il 90% della flotta è di proprietà, ed è principalmente priva di debiti. Ci aspettiamo che questo Virus Covid-19 si tradurrà in ulteriori fallimenti di compagnie aeree dell’UE nelle prossime settimane.

Il CEO del Gruppo Ryanair, Michael O’Leary ha dichiarato:

“Il nostro obiettivo in questo momento è quello di ridurre al minimo qualsiasi rischio per il nostro personale e per i nostri passeggeri. Mentre siamo molto affollati nelle prossime due settimane, c’è stato un notevole calo delle prenotazioni a termine verso la fine di marzo, all’inizio di aprile. Ha senso potare selettivamente il nostro programma da e per gli aeroporti in cui i viaggi sono stati maggiormente colpiti dall’epidemia di Covid-19″.

Questo è un momento di calma. Apporteremo dei tagli ragionevoli ai nostri programmi durante le prossime settimane per riflettere le prenotazioni più deboli e il cambiamento dei modelli di viaggio. Tutti i clienti interessati saranno informati di eventuali cambiamenti di programma con almeno 14 giorni di anticipo. Mentre l’80% delle persone che assumono Covid-19 soffre solo di sintomi lievi, il rischio di infezione può essere ridotto in modo significativo lavando spesso le mani con acqua e sapone.

Continueremo a rispettare pienamente le linee guida dei governi nazionali, dell’OMS e dell’EASA, che vengono aggiornate regolarmente. Aggiorneremo il mercato a tempo debito su eventuali sviluppi significativi”.