San Pietroburgo

| by Admin
San Pietroburgo
Europa
0

©LuidmilaKot/pixabay.com

San Pietroburgo è senza ombra di dubbio una delle città più affascinanti tra quelle che potreste decidere di visitare. La sua fondazione risale al 1703, per volere di Pietro il Grande, che ne volle fare una vera e propria “finestra sull’Occidente”. Oggi San PietroburgoMaps-icon-small, conosciuta come la Venezia del Nord” per i tanti canali che la caratterizzano, è la città senza dubbio più importante della Russia dopo MoscaMaps-icon-small, la capitale.
E che San Pietroburgo sia stato il cuore pulsante della storia russa lo testimoniano il fatto che da qui sono partite due rivoluzioni e che nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, quando il suo nome era già stato mutato in Leningrado, fu vittima di un assedio che è passato alla storia per la stoica resistenza che venne opposta ai nazisti. Ma quali sono i monumenti e i luoghi che dovrete assolutamente visitare in questa splendida città che ha ripreso il nome che le fu dato alla sua fondazione dopo un referendum tenutosi nel 1991, ovvero alla dissoluzione dell’URSS?

Al di là delle splendide bellezze architettoniche che San Pietroburgo offre e che costituiscono uno dei motivi per cui questa città merita di essere

©Hermitage-skeeze/pixabay.com

scoperta, il vostro itinerario non potrà che prevedere come prima tappa il Museo dell’ErmitageMaps-icon-small. Questo polo museale è uno dei più importanti, prestigiosi ed estesi a livello mondiale. Senza dubbio in questo senso quello che vi colpirà di

Palazzo d’inverno-©jorisamonen/pixabay.com

più è il Palazzo d’InvernoMaps-icon-small, in passato residenza degli zar.

Cattedrale di Nostra Signora di Kazan-©Aleks_Avakimov/pixabay.com

Una volta a San Pietroburgo non potrete assolutamente esimervi dal fare una lunga e affascinante passeggiata, quella per la Prospettiva NevskijMaps-icon-small, il viale più importante di tutta la città lungo poco meno di 5 km, con una larghezza che varia dai 25 ai 60 metri. Ricco di edifici come il Palazzo StroganovMaps-icon-small, ed il Caffè letterarioMaps-icon-small. Molto interessanti sono anche Piazza OstrovskijMaps-icon-small e la Cattedrale di Nostra Signora di KazanMaps-icon-small.

Se i due luoghi appena citati sono tra i simboli della città che dovrete assolutamente vedere e vivere da vicino, identico discorso vale per la Fortezza dei Santi Pietro e Paolo a San PietroburgoMaps-icon-small. Nella zona che ospita la Fortezza potrete ammirare anche quella che è la chiesa più antica di tutta San Pietroburgo e dedicata a San Pietro e San PaoloMaps-icon-small. Oggi questo luogo di culto ospita le spoglie di importanti membri della famiglia Romanov, oltre che di Pietro il Grande. Inoltre, sempre nell’area della Fortezza, potrete visitare alcuni poli museali attraverso i quali avrete modo di approfondire quella che è la storia di San Pietroburgo.

Cattedrale di San Isacco-©Arian Zwegers/pixabay.com

Prima si è detto di alcuni luoghi di culto che non dovranno mancare nel vostro itinerario alla scoperta di San Pietroburgo. Ebbene, in tal senso non si può dimenticare nemmeno la Cattedrale di Sant’IsaccoMaps-icon-small, e ciò che vi colpirà sarà prima di tutto la sua grandezza, e armandosi di pazienza si possonono salire tutti gli oltre 250 scalini del colonnato raggiungendo un’altezza di poco meno di 45 metri, dove si può ammirare la città dall’alto.

Dopo aver potuto osservare da vicino tutto i luoghi citati, vi sarete sicuramente resi conto di come Pietro il Grande ed i suoi successori abbiano voluto

Peterhof-©Michael Gwyther-Jones/flickr.com

fare di San Pietroburgo una città sfarzosa e affascinante da un punto di vista architettonico. Questo aspetto vi sarà però ancora più chiaro una volta arrivati al Complesso del PeterhofMaps-icon-small.
Sicuramente vi starete domandando di cosa si tratti e la risposta è semplice ed affascinante: una sorta di Versailles russa.  Tra i luoghi da vedere, oltre al Grande Palazzo, che si compone di 27 sale, dovrete sicuramente trovare un po’di tempo per MonplaisirMaps-icon-small e per il Capanno MarlyMaps-icon-small: il primo edificio si trova nei pressi del Golfo di Finlandia, si caratterizza per uno stile architettonico che ricorda quello coloniale olandese ed era qui che Pietro il Grande prediligeva recarsi nei momenti in cui aveva bisogno di rimanere in solitudine.

Peterhof-©NikolayFrolochkin/pixabay.com

Il secondo è invece un piccolo palazzo che da un punto di vista architettonico vi piacerà particolarmente se siete amanti del barocco e si caratterizza per trovarsi nei pressi di un piccolo laghetto. Ma ciò che più di ogni altra cosa vi conquisterà è il bellissimo parco in cui primeggiano 150 fontane e 4 cascate artificiali rese possibili grazie al genio di Vasilij Tuvolkov: a soli 23 anni questo ingegnere, utilizzando la teoria dei “vasi comunicanti”, creò il sistema idrico che ancora oggi permette il funzionamento di queste cascate. La più nota in tutto il mondo e quella che sicuramente per prima catturerà la vostra attenzione è la Grande Cascata. Per visitare il parco e le sue fontane , il consiglio è quello di recarvi a San Pietroburgo a partire dal mese di giugno, perchè le fontane vengono aperte al pubblico soltanto nel periodo estivo.

Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato-©cctinto/pixabay.com

Ultima tappa del vostro viaggio alla scoperta delle bellezze di San Pietroburgo, potrebbe sicuramente essere un altro luogo di culto decisamente importante, ovvero la Chiesa del Salvatore sul Sangue VersatoMaps-icon-small. Questa cattedrale è un altro iconico luogo della città, con le sue caratteristiche “cupole a cipolla”, ma senza però dimenticare l’interno, che si caratterizza per la presenza di mosaici che rendono le sue pareti qualcosa di unico ed inimitabile al mondo.

Continua a leggere

Comments are closed.