Giocando si imparano antichi mestieri. Viaggio nelle fattorie del Lazio

Giocando si imparano antichi mestieri. Viaggio nelle fattorie del Lazio
Diari di Viaggio e Tempo Libero
0

VitellinoBambini e animali, un connubio perfetto che diventa ancora più sublime quando i genitori possono deliziarsi con cibo di qualità e giornate all’aria aperta.

Se volete trascorrere una giornata all’insegna della natura, nel Lazio non manca certo l’occasione. Al mare o in montagna che sia, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Tre le fattorie da non perdere, adatte a tutte le età. Partendo dalla Capitale, a poche decine di chilometri verso i Castelli romani c’è la fattoria didattica – Agriturismo Iacchelli.

Adatta a tutte le età, la fattoria Iacchelli è un paradiso per i più piccoli. Appena arrivati genitori e bambini vengono accolti in un grande parco giochi dove scivoli, altalene e giostrine sono posizionate su un prato sconfinato nel quale le famiglie possono dar pieno sfogo alla loro fantasia con pic-nic e giochi da giardino. Entrando nel vivo della fattoria si incontrano il mercatino aziendale con ogni genere alimentare di alta qualità a filiera controllata, la tavola calda, il ristorante e l’area di ricovero degli animali checache_2426381259 sono il punto forte della fattoria.

I bambini hanno la possibilità di avvicinarsi a mucche, caprette, volatili di ogni genere, struzzi, maialini, conigli e tante altre specie. Se la visitate nei giorni feriali, personale esperto e qualificato darà ai vostri bambini la possibilità di scoprire e toccare con mano, conoscere e sperimentare l´importanza della tradizione e del contatto con la natura.

Di domenica è possibile effettuare la visita libera oppure scegliere uno dei laboratori ludico-creativi offerti ai bambini che pranzano nel ristorante. Nei giorni sabato, domenica e festivi il Teatrino in fattoria offre spettacoli di un’ora circa ad offerta libera. E per gli amanti dell’avventura i bellissimi sentieri naturalistici del Parco naturale dei Castelli Romani possono essere battuti con escursioni in mountain bike. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito: http://www.agriturismo.it/ .

cache_2426381343Sempre a un passo dalla Capitale, nei pressi del comune di Fiumicino, la Fattoria Rinaldi offre ai suoi piccoli ospiti la possibilità di essere, per un giorno, piccoli pastori. Accudire i simpatici coniglietti, accompagnare le pecore al pascolo e giocare tra i pony che vivono liberi nella fattoria darà ai bimbi la possibilità di un contatto profondo con questo mondo. Dopo aver munto le simpatiche caprette del fattore, tutti i bimbi impareranno a fare il formaggio e su richiesta, i simpatici proprietari della struttura organizzeranno grigliate per tutta la famiglia con salsicce di produzione propria e vino rosso locale.

Anche la fattoria Agricoltura Nuova con le sue due sedi di Valle di Perna e Castel di Leva, offre alle famiglie un ambiente rilassante in cui i bambini hanno la possibilità di trascorrere diverse ore in compagnia degli amici animali giocando e imparando. Nel 2014 Stefano Accorsi e Sergio Rubini, protagonisti del Film La nostra Terra di Giulio Manfredonia scelsero proprio la fattoria Valle di Perna per girare le scene del cibo alla muccasuggestivo film. Particolarmente adatta ai bambini di tutte le età, la fattoria La Perna, che si trova sulla via Pontina (via Valle di Perna, 315), offre ai suoi ospiti una grande varietà di attività da svolgere con la famiglia. Oltre alla fattoria didattica, alle visite guidate, al circolo ippico, la fattoria Valle di Perna offre un punto vendita nel quale si possono acquistare i prodotti biologici coltivati in loco. Dalla frutta alla verdura, dalla carne al formaggio. Fiore all’occhiello dello spaccio la bieta rossa, il cavolo nero e le carni.

E dopo una ricca spesa ed una passeggiata tra gli animali, gli ospiti hanno la possibilità di scegliere se pranzare al sacco sui prati o nella tavola calda della fattoria dove a prezzi veramente modici (circa 10 euro a persona) si ha la possibilità di gustare piatti a km 0 come la buonissima pasta e fagioli o il maialino arrosto con patate. Per gli amanti della tranquillità e del relax, la fattoria offre una sala ristorante più piccola, riscaldata da un grazioso camino. Qui il menù è più variegato ma sempre a km 0. Anche la sede di Castel di Leva offre ai suoi ospiti la possibilità di trascorrere giornate all’aria aperta, acquistare buoni prodotti biologici, mangiare al ristorante e poter sostare nell’area Camper. Tutte le info sul sito http://www.agricolturanuova.it/
Visitando il sito http://www.fattoriedidattiche.biz troverete un elenco di tutte le fattorie didattiche del Lazio e vi assicuro, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Lascia un commento