Admin

Pisa

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Immagine di copertina: ©Walkerssk/pixabay.com

PisaMaps-icon-small, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO dal 1987 e antica repubblica marinara è una delle città più famose al mondo dal punto di vista architettonico, in particolare per la sua torre pendente. Oltre a questa ci sono tanti altri luoghi da visitare e cose da fare, per chi vuole trascorrere una vacanza in questa bella località toscana.

Cosa vedere a Pisa

A Pisa c’è la torre pendente, che corrisponde alla campana dello splendido duomo o Cattedrale di Santa Maria MaggioreMaps-icon-small nella famosissima Piazza dei MiracoliMaps-icon-small. Non lontano si trova anche il cimitero monumentale e il maestoso battistero. Tutti questi monumenti sono un esempio eccezionale di stile romanico nonché il simbolo di un luogo famoso in tutto il mondo. Il bianco del marmo e della pietra utilizzata si stagliano lungo una grande spianata, in parte pavimentata e in parte ricoperta da un manto di erba sempre verde.

Il Duomo di Pisa fu costruito nel 1063, anche se la zona fu adibita a costruzioni d’importanza sociale fin dal periodo etrusco. Al suo interno è custodita la “Maestà di Cristo”, un mosaico del 1302 opera di Cimabue.

Battistero di San Giovanni-©Sean King/flickr.com

Il battistero di San GiovanniMaps-icon-small che fu costruito in seguito nel 1363, ha una forma circolare ed è sormontato da una stupefacente cupola. Le sue dimensioni sono considerevoli, se si pensa che ha una circonferenza di ben 107 metri: è il battistero più grande del mondo.

Un’altra particolarità che lo contraddistingue è la sua acustica che crea ritorni di eco, tanto che sentir cantare in quanto luogo è un’esperienza unica.
La costruzione della torre di Pisa risale, invece, al 1173 e fin da subito manifestò la sua pendenza per 2 motivi: le fondamenta poco profonde per una struttura molto alta e circolare e il terreno in parte sabbioso.
Oggi l’inclinazione è del 4°, ma soltanto a seguito di interventi importanti con tiranti e sostegni posti

©Andy Hay/flickr.com

a vari livelli che in qualche modo hanno fermato questo preoccupante processo.
Il cimitero monumentale risale al ‘300 e fu danneggiato durante i bombardamenti del ’44. Conserva pregiati affreschi di Spinello Aretino, Buffalmacco e solo quello che rimane di Benozzo Gozzoli.
Sempre in Piazza Duomo si può visitare un interessantissimo museo detto delle SinopieMaps-icon-small, dove sono ancora oggi conservati i disegni e le bozze degli affreschi del cimitero monumentale.

Non lontano da Piazza dei Miracoli c’è un altro museo molto particolare chiamato il Cantiere delle Navi Antiche di PisaMaps-icon-small. Qui sono conservati reperti importanti rinvenuti per caso dopo lavori per la costruzione della stazione di Pisa San Rossore. Fu ritrovato un antico porto cittadino nei pressi del Lungarno SimonelliMaps-icon-small a soli 3 metri di profondità, con circa 30 grandi imbarcazioni, tanto che nel 1998 fu allestito un museo archeologico con la sistemazione di tutti gli oggetti di uso quotidiano e per lavoro. Oggi è un polo importantissimo per ripercorrere la storia di Pisa nel periodo della Roma antica.

Arno-©Nicola Sap De Mitri/flickr.com

A proposito proprio dei Lungarni di Pisa, il consiglio è quello di addentrarsi in queste vie pittoresche per comprendere il fascino di questa città bagnata dallo stesso fiume di Firenze.
Verso sud c’è il Lungarno Mezzogiorno mentre verso nord il Tramontana, che mostrano ai visitatori tutta la bellezza dei palazzi medioevali e rinascimentali, ancora più affascinanti la sera, quando si illuminano e si specchiano nelle placide acque.
Di giorno si possono visitare gli antichi palazzi, come quello dei Medici, mentre di sera o la notte fanno da sfondo a romantiche passeggiate o deliziose cene in uno dei ristoranti tipici, oppure nottate trascorse tra locali di tendenza e divertimento.

Continua a leggere

Pages: 1 2