Admin

Palermo

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Immagine di copertina- ©nataliaaggiato/pixabay.com

Nel corso della sua storia, PalermoMaps-icon-small ha conosciuto la dominazione di popoli diversissimi tra di loro. Dai fenici ai romani, passando per i greci e gli arabi, senza dimenticare il regno dei normanni, degli svevi e l’arrivo dei padroni spagnoli e francesi. Dal punto di vista storico e artistico, Palermo è la città più importante della regione Sicilia. Scoprite con noi le attrazioni più belle da vedere, la cucina caratteristica e i migliori quartieri dove divertirsi alla sera durante la stagione estiva, approfittando del clima ideale offerto dall’isola siciliana.

Cosa vedere a Palermo

Cappella palatina-©crilaman-pixabay.com

Tra le attrazioni più fotografate dai turisti stranieri in visita a Palermo spicca il palazzo dei Normanni (o Palazzo Reale)Maps-icon-small, uno dei principali monumenti del capoluogo siciliano. Al suo interno ospita autentici tesori artistici, come ad esempio la cappella Palatina. Negli ultimi 70 anni, dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi, ha ospitato l’assemblea regionale siciliana.

Se il Palazzo Reale è il simbolo della dominazione normanna, la cattedrale di MonrealeMaps-icon-small rappresenta invece la

Cattedrale di Monreale-©domjisch/flickr.com

testimonianza più luminosa della contaminazione arabo-normanna. L’edificio religioso fu commissionato dal re Guglielmo II nella seconda metà del XII secolo e custodisce la cappella del Crocifisso, uno dei maggiori esempi di barocco siciliano che è possibile ammirare durante una vacanza a Palermo.

L’identico stile arabo-normanno è conservato nella chiesa della MartoranaMaps-icon-small, conosciuta anche con il nome di Santa Maria dell’Ammiraglio. La caratteristica principale della chiesa è la presenza di quelli che vengono considerati i mosaici bizantini più antichi di tutta la re

Chiesa della Martorana-©crilaman/pixabay.com

gione Sicilia: un autentico capolavoro artistico, che lascia ogni giorno centinaia di visitatori

e turisti italiani a bocca aperta.

Durante un breve soggiorno a Palermo, vi invitiamo ad entrare nella cattedrale consacrata alla Vergine AssuntaMaps-icon-small, l’edificio che meglio di chiunque altro riassume la storia della città: eretta

Cattedrale della Vergine Assunta-©salvatoregalle/pixabay.com

agli inizi del VII secolo come basilica cristiana, 200 anni dopo venne convertita in moschea dagli arabi, per poi essere di nuovo trasformata in chiesa devota al culto cristiano dal popolo dei Normanni. A livello

architettonico, la facciata riprende lo stile gotico catalano, in particolare nella raffigurazione del portico.

All’interno della cattedrale di Palermo sono conservate le spoglie dei re Ruggero II e Federico II, oltre ai resti di Santa Rosalia, da tutti conosciuta come la patrona del capoluogo siciliano.

©nataliaaggiato/pixabay.com

Un’altra attrattiva molto apprezzata dai turisti è la catacomba rinvenuta presso il convento dei

CappucciniMaps-icon-small, che risale al XVII secolo.

Il particolare cimitero ospita le spoglie imbalsamate non soltanto di frati ma anche di personaggi

famosi e persone comuni. Infine, vi suggeriamo di visitare i mercati rionali di Palermo, in particolare quelli di BallaròMaps-icon-small e VucciriaMaps-icon-small, oltre a Borgo VecchioMaps-icon-small e CapoMaps-icon-small.

Continua a leggere

Pages: 1 2