Barbara Savodini

Mosca

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

moscaLa modernità ed il lusso più sfrenato che, nell’arco di pochi chilometri, si dileguano per lasciare spazio all’umiltà dei quartieri popolari. Incantevoli, coloratissimi e suggestivi monumenti che si dissolvono in un orizzonte di auto vecchie di trent’anni, di negozietti semplici e di strade senza marciapiedi. Tutto questo è MoscaMaps-icon-small, la capitale della nazione più vasta al mondo, culla di antiche civiltà, religioni e imperi che hanno scritto la storia internazionale, le cui due anime, quella ricca e quella povera, non si sfiorano mai.

La stazione di Komsomolskaya

La stazione di Komsomolskaya

Per gran parte dei visitatori il primo incontro con la metropoli russa avviene in metro, vero e proprio simbolo della città per via delle sue stazioni più famose: Komsomolskaya, dedicata agli eroi del passato, Belorusskaya, con eleganti mosaici e Barrikadnaya, rivestita in marmo bianco e rosso. E se dal punto di vista artistico e architettonico la linea circolare, lungo la quale si trovano le stazioni in questione, è un vero e proprio gioiello è pur vero che le indicazioni sono solo ed esclusivamente in cirillico e, talvolta, per uno straniero può risultare difficile persino individuare l’uscita.

piazza rossa Dollarphotoclub_71148351

Piazza Rossa

Sia per chi ha intenzione di restare a Mosca pochi giorni sia per chi vi resterà a lungo, la prima e obbligatoria tappa è in centro, per visitare le tre attrazioni principali della città: la Piazza RossaMaps-icon-small, il Cremlino e la Basilica di San Basilio. Immensa e solenne la prima, simbolico il secondo, fiabesca la terza: assieme veicolano la cultura, l’atmosfera e la cultura russa, unica e a suo modo straordinaria al mondo.

Continua a leggere

Pages: 1 2