Andrea Brengola

Madrid

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Madrid SpainArte, storia e movida. MadridMaps-icon-small, Capitale e città più grande della Spagna con oltre 3 milioni di abitanti e più del doppio nell’area suburbana, sorge a ridosso del fiume Manzanarre nella “meseta” meridionale, l’altopiano più antico della penisola Iberica.

Madrid, come molte capitali europee è una città “frizzante” dove abbondano monumenti, piazze, locali e diversi luoghi d’interesse da vedere e visitare. Città d’arte di giorno, con musei tra i più importanti al mondo, di sera Madrid si trasforma. Di fatto ai madrileni piace stare per strada fino a notte fonda, bevendo una cerveza e mangiando qualcosa in compagnia.

Una città caliente ed accogliente. E proprio su questa caratteristica, del piacere dello stare insieme e socializzare, che nascono modi di dire come madridMadrid nunca duerme”, Madrid non dorme mai.

La movida madrilena incomincia col calare del sole: bar, locali e trattorie accolgono turisti e non solo. Tutti in strada fino alle prime luci del mattino, quando si popolano quartieri come Lavapies, Malasana e Chueca ma anche nelle zone meno periferiche come Plaza MajorMaps-icon-small e Puerta del SolMaps-icon-small. Un ritmo dettato anche dal fattore climatico tipicamente continentale.

Museo Prado

Museo Prado

Ma Madrid è anche la capitale dell’arte. Sono tre i principali musei: PradoMaps-icon-small, ThyssenMaps-icon-small e Reina SofiaMaps-icon-small. Per il museo del Prado occorre spendere qualche parola in più. Uno dei più importanti musei del mondo, il Prado raccoglie la storia dell’arte europea degli ultimi cinque secoli: da Raffaello a Velasquez, da Caravaggio a Goya. Inutile dire che per poterlo visitare in ogni suo angolo, occorrono diverse ore e “scarpe comode”.

Camminando per il centro di Madrid si può ammirare l’architettura d’inizio 900, con viali alberati e strade ampie a più corsie che si incontrano con altrettante rotatorie.

Un servizio pubblico, bus e metro, tra i più efficienti d’Europa che consente di spostarsi

Palazzo Reale

Palazzo Reale

comodamente nei vari luoghi d’interesse. Tra questi il parque del buen retiro monumentale Palazzo RealeMaps-icon-small di Madrid, non aperto al pubblico e il Parque del Buen RetiroMaps-icon-small, un luogo ideale per fare lunghe passeggiate e dove si può ammirare il monumento dedicato al Re Alfonso XII.

Tapas

Tapas

Cosa mangiare invece? La scelta ricade su piatti tipici quali tortillas, tapas e paellas che si possono assaporare nei

caratteristici locali. Il tutto accompagnato da una buon bicchiere di cerveza.

Una Capitale europea che offre numerosi posti dove dormire, per tutti i gusti e per tutte le tasche: sono infatti circa 1000 tra hotels, alberghi, ostelli, B&B in tutta l’area metropolitana e così come nel centro di Madrid. Nonostante la sua vasta area urbana e metropolitana, Madrid è una città molto accogliente e facile da girare.

Sentirsi a proprio agio in una terra “straniera” non è cosa scontata, anzi. Un feeling particolare lega poi gli spagnoli, i madrileni al meridione d’Italia. Qui infatti per secoli storia, cultura e tradizione sono state comuni. Ricordiamo infine che proprio la dinastia dei Borbone ancora oggi regnante in Spagna è discendente da Carlo di Borbone e Maria Amalia di Sassonia che hanno consumato il loro imeneo nella “fedelissima ed illustre” città di Gaeta nel Regno delle Due Sicilie.