Admin

La Paella, il piatto di riferimento della gastronomia spagnola

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La paella è un piatto tradizionale valenciano ed è a base di riso, zafferano, frutti di mare o carne, verdure, lumache e brodo.

La paella prende il nome dalla padella con cui viene cotta, tradizionalmente con i bordi bassi, di forma circolare e con due impugnature ai lati, realizzata in ferro lavorato a mano o in acciaio e il diametro varia in base al numero di commensali, indicativamente, per 4 persone si usa una paella da 45 cm, per 10 persone quella da 1 metro..

Nacque come piatto “povero” della cucina popolare, ed era preparata principalmente dalle famiglie dei contadini e da quelle dei pescatori. Veniva preparato in casa, condito con gli ingredienti a disposizione.

L’area di Valencia è nota per la presenza di numerosi orti che producono le verdure ed i legumi, a cui si aggiunge l’allevamento di polli e conigli; nei dintorni dell’Albufera invece sono sistemate numerose risaie che forniscono, per così dire, la materia principale ovvero il riso. La vicinanza con il mare poi, da la possibilità di poter arricchire la paella con pesce e frutti di mare.

Alla fine del XIX secolo questa pietanza cominciò ad essere servita nei chioschi delle spiagge di Valencia e Alicantee ed a diffondersi nel resto della Spagna, diventando un punto di riferimento della gastronomia spagnola.

Guarda il Video

Pages: 1 2